domenica 23 aprile 2017

INSEGNAMENTI - 23


Quando Gesù, nella S. Comunione, 
ci mostra il suo cuore ferito, 
come dirgli che lo amiamo 
se non si fanno sacrifici da unire ai suoi, 
da offrirgli per salvare le anime? 

E qual è la maniera migliore 
per praticare il sacrificio? 

La maniera migliore consiste 
nell’adorare la Volontà di Dio tutti i giorni,
in tutte le piccole cose che ci fanno soffrire, 
dire, per tutto quello che ci succede: 
- Fiat: la tua Volontà, Signore!

E ripeterlo cento volte al giorno! 

Non sono solo le grandi penitenze
che fanno sante le anime, 
ma il vero sacrificio è quello di accettare 
la croce che Dio ci manda 
- con amore, con gioia e rassegnazione.

(Santa Gianna Beretta Molla)

sabato 22 aprile 2017

S. ROSARIO - MISTERI GAUDIOSI - MEDITAZIONI EUCARISTICHE - 4


Meditazioni eucaristiche 
tratte dal Diario di santa Faustina Kowalska (1905-1938)

1. L’annuncio dell’Angelo a Maria Vergine
e il “Sì” dei due santi Sposi.

O Maria, Vergine e Madre insieme, 
Tu sei bella come il sole, 
senza alcuna macchia.
La tua bellezza ha affascinato 
il Tre volte Santo, sceso dal Cielo, 
abbandonando il trono della sua sede eterna, 
e prese corpo e sangue dal tuo Cuore, 
nascondendosi per nove mesi 
nel Cuore della Vergine

... O Gesù, o Dio nascosto, 

Tu sai che ti amo. 
Tutta la mia forza sta in Te, 
o Pane Vivo.

2. La visita di Maria Santissima a santa Elisabetta.

Ti saluto, o Dio nascosto, 
e ti amo con tutto il cuore.
Tu stesso ti sei preparato una dimora: 
una Santa Vergine. 
Ora nessuno ha più paura 
di avvicinarsi a Te. 

Sii adorato, o Dio misericordioso!


Per esprimere degnamente

la Misericordia del Signore, 
uniamoci alla tua Madre Immacolata,
così allora il nostro inno 
ti sarà più gradito... 
Attraverso Lei, 
come attraverso un puro cristallo,
è giunta a noi la tua Misericordia. 
Per suo merito scendono su di noi 
torrenti di grazie.

3. La nascita di Gesù nella grotta di Betlemme.

O piccolo Gesù, 
ti prego ardentemente, 
chiudi tutti nel mare 
della tua inimmaginabile Misericordia. 
O dolce, piccolo Gesù, 
hai il mio cuore; 
sia per Te una gradita dimora. 
O infinita Maestà, 
con quanta dolcezza 
ti sei avvicinata a noi!

Ti saluto, o Pane degli Angeli, 

con profonda fede, speranza e carità 
e dal profondo dell’anima ti adoro, 
benché io sia un nulla. 

4. La presentazione di Gesù Bambino al Tempio.

Maria, una terribile spada
ha trafitto la tua santa anima. 
Nessuno, eccetto Iddio, 
ha conosciuto la tua sofferenza.
La tua anima non si è spezzata, 
ma è stata forte, 
poiché era con Gesù.

O Gesù nascosto, 

la mia anima desidera Te solo, 
Tu sei per me 
più delle delizie del Paradiso; 
la mia anima 
più dei doni e delle grazie attende Te, 
che vieni a me 
sotto l’apparenza del pane. 
O Gesù Eucaristia, 
vita della mia anima!

5. Il ritrovamento di Gesù al Tempio
e la vita nascosta della Santa Famiglia
nella Casa di Nazareth.

O Signore, hai voluto restare con noi 
ed hai lasciato Te stesso 
nel Sacramento dell’Altare 
e ci hai spalancato la tua Misericordia.

Sii adorato, o nostro Dio misericordioso,

ti rendiamo onore nella più profonda umiltà,
immergendoci nell’oceano della tua Divinità.

Sia onore e gloria a Te, 

o Santissima Trinità, o Dio eterno: 
la Misericordia che sgorga dalle tue viscere
ci protegga dalla tua giusta ira.


Il nostro blog, dedicato alle forme di culto alla Divina Misericordia:

http://cultoalladivinamisericordia.blogspot.it/

LA PRESENZA REALE - 35


Quando sento
che la sofferenza 
supera le mie forze, 
allora mi rifugio
presso il Signore 
nel SS.mo Sacramento.

(Santa Faustina Kowalska, Diario)



Il nostro blog, dedicato alle forme di culto alla Divina Misericordia:

http://cultoalladivinamisericordia.blogspot.it/

giovedì 20 aprile 2017

PREGHIERE - 40


Guarda, Signore,
esaudiscici, 
illuminaci, 
mostrati a noi!

Ridonati a noi
perché ne abbiamo bene: 
senza di Te stiamo tanto male.

Abbi pietà delle nostre fatiche, 
dei nostri sforzi verso di Te: 
non valiamo nulla senza Te.

(Sant'Anselmo d'Aosta)

mercoledì 19 aprile 2017

INSEGNAMENTI - 22


Vorrei struggermi d’amore di Dio,
come la lampada che arde
davanti al Santissimo Sacramento!

(Beata Chiara Bosatta)

martedì 18 aprile 2017

IL SACERDOZIO CATTOLICO - INSEGNAMENTI - 25


Il sacerdote deve sempre 
dire e agire così: 
“la mia dottrina non è mia, 
non propago le mie idee
o quanto mi piace, 
ma sono bocca 
e cuore di Cristo".

(Benedetto XVI,  14 aprile 2010)

lunedì 17 aprile 2017

INSEGNAMENTI - 21


Che cosa Gesù 
poteva fare di più per noi? 
Davvero, nell'Eucaristia, 
ci mostra un amore 
che va fino «all'estremo», 
un amore 
che non conosce misura. 

(Giovanni Paolo II,
Lettera Enciclica "Ecclesia de Eucharistia",
17 aprile 2003)